fbpx

News

  • LA PREZIOSA LEZIONE DEL CAMPIONE PARALIMPICO DANIELE CASSIOLI

    Le Storie Laureus Comments (0)

    «Nella vita siamo noi a scegliere ciò che vogliamo essere. Io ho scelto di essere felice, una conquista che mi è costata fatica, ma che adesso mi definisce come uomo». Daniele Cassioli, il più grande sciatore nautico paralimpico di tutti i tempi e Ambasciatore di Fondazione Laureus Italia Onlus, ha incontrato gli alunni della scuola secondaria di I grado di via Gallarate, alla periferia nord-ovest di Milano, per raccontare la straordinaria storia della sua vita, nel segno dello sport.

    Cieco fin dalla nascita, Daniele si è cimentato prima con il nuoto, poi con il karate e lo sci alpino per poi trovare, a soli nove anni, la sua dimensione nello sci nautico. La vita ha rischiato di affondarlo, lui invece è riuscito a rimanere in equilibrio, grazie proprio alla passione per lo sport. Al momento il suo palmares parla di 25 titoli mondiali, altrettanti titoli europei e 39 titoli italiani.

    La sua forza di volontà e caparbietà gli hanno permesso di eccellere non solo nello sport, ma anche nella vita. Gli hanno consentito, ad esempio, di laurearsi nella facoltà di fisioterapia con 110 e lode, di imparare a suonare con maestria il pianoforte e di essere sempre impegnato al fianco di Telethon. Cassioli è un esempio concreto di come lo sport può cambiare la vita, anche quando si parte in condizioni di fragilità e di svantaggio. E’ stato un incontro emozionante, ricco di insegnamenti che i ragazzi non dimenticheranno…

    On 30/01/2020
    By

    Read More »
  • ITALIA CHE CAMBIA: IL RUOLO DEGLI ALLENATORI E DEI TUTOR LAUREUS

    Le Storie Laureus Comments (0)

    C’è un’Italia che cambia, anzi che è già cambiata e silenziosamente sta costruendo un nuovo paradigma culturale e un nuovo modo di vivere e agire.

    Italia che Cambia è un’associazione di promozione sociale e una testata giornalistica che racconta, mappa e mette in rete chi produce un cambiamento positivo in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale, culturale.

    Fondazione Laureus è stata orgogliosamente scelta come esempio di questo cambiamento virtuoso e “Italia che cambia” ci ha dedicato spazio e attenzione sul proprio sito con un focus sul lavoro dei nostri allenatori e tutor.

    Trasmettono passione, fanno crescere e formano i futuri cittadini. Gli allenatori Laureus, sono coach non solo nello sport ma anche nella vita, capaci di mettere in gioco le loro competenze emotive e di guidare al meglio anche le competenze emotive dei bambini e dei ragazzi. Un ruolo delicato e importantissimo. Per questo per Laureus  la formazione degli allenatori ha un ruolo fondamentale, per supportarli a trovare gli strumenti giusti per realizzare questo progetto così ambizioso.

    Molto esaustivo e di grande impatto il video realizzato da “Italia che cambia” per raccontare il ruolo dei nostri allenatori, dei tutor e la loro formazione (leggi l’articolo completo cliccando qui):

     

    On 30/01/2020
    By

    Read More »
  • CORRI CON NOI ALLA MILANO MARATHON 2020!

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Si può fare sport e, nello stesso bene, aiutare i bambini? Domenica 5 aprile alla Milano Marathon 2020 sì.

    Correte con noi per aiutare i bambini a sognare un futuro migliore grazie allo sport. Per il quinto anno consecutivo Fondazione Laureus sarà protagonista della Milano Marathon come charity partner dell’evento e correrà per sostenere il “Progetto Tukiki: diamo insieme un calcio alla disabilità”.

    Fondazione Laureus contribuisce allo sviluppo del progetto coprendo alcune quote sportive e mettendo in campo uno psicologo dello sport che possa affiancare la squadra durante gli allenamenti e lavorare a stretto contatto con gli allenatori e le famiglie dei ragazzi coinvolti. Attraverso lo sport vogliamo regalare ai bambini che vivono in condizioni di fragilità la speranza di una vita diversa.

    Si può partecipare correndo l’intera maratona di 42 km o anche solo una frazione se si crea una squadra per correre tutte e 4 le frazioni della staffetta.

    È possibile, inoltre, diventare Personal Fundraiser e aprire una raccolta fondi a favore di Laureus Italia per raggiungere insieme un obiettivo. Partecipate numerosi e contribuite con noi  e con il progetto Tukiki a “dare un calcio alla disabilità”! Sostenete il progetto su Rete del Dono: https://www.retedeldono.it/en/progetti/fondazione-laureus-italia/laureus-sport-for-good

    Per partecipare alla gara e per richiesta di informazioni inviare una mail con Oggetto “Milano Marathon 2020” all’indirizzo guido.giambastiani@laureus.com

    On 25/11/2019
    By

    Read More »
  • BASKET FOR GOOD E OLIMPIA MILANO INSIEME AL FORUM

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Il sodalizio tra l’Olimpia Milano e la Fondazione Laureus Italia Onlus va ancora a canestro. Sposando la lodevole iniziativa della società di Giorgio Armani, volta a favorire l’afflusso dei bambini sugli spalti del Mediolanun Forum di Assago, in occasione del Children’s Day, la giornata mondiale dei diritti dell’infanzia, la Fondazione Laureus Italia Onlus ha invitato i ragazzi dell’A.S.D. Vismara Basket ad assistere, giovedì 21 novembre, alle ore 20.45, all’incontro di Eurolega tra A|X Armani Exchange Olimpia Milano e Anadolu Efes Istanbul.

    Presso la Scuola Primaria Baroni, al di fuori degli orari scolastici, Laureus Italia porta avanti il progetto legato al basket, favorendo la pratica sportiva come strumento formativo in grado di accompagnare i processi di crescita dei minori.

    On 25/11/2019
    By

    Read More »
  • UN’ESPERIENZA STRAORDINARIA CON MASCALZONE LATINO

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Un’esperienza unica. Il progetto Scuola Sport di Fondazione Laureus Italia, nato in collaborazione con Pio Monte della Misericordia (antica Istituzione filantropica napoletana) ha permesso ad alcuni ragazzi provenienti da diversi quartieri di Napoli e della provincia (Quartieri Spagnoli, Forcella, Afragola) di partecipare un corso di vela della Scuola di Mascalzone Latino, alla scoperta delle coste campane come Amalfi, Capri, Procida.

    Questa esperienza di condivisione e convivenza ha permesso a questo particolare equipaggio di approfondire le conoscenze acquisite sulla navigazione e l’uso della strumentazione di bordo. Ma, soprattutto, ha donato a questi ragazzi una via di fuga dalle situazioni difficili che vivono quotidianamente dando loro un punto di riferimento importante in un periodo critico come quello dell’adolescenza, fornendo sempre nuovi stimoli e motivazioni.

    Questo innovativo progetto è stato ispirato da una bella storia napoletana dei primi del Novecento: la Nave Asilo “Caracciolo” diretta dal 1913 al 1928 da Giulia Civita Franceschi accoglieva i ragazzi di strada per farne dei perfetti marinaretti, che lei stessa amava chiamare “caracciolini”. Abbiamo voluto riprendere questa felice esperienza del passato attualizzandola ai ragazzi di oggi e con un partner d’eccezione come Mascalzone Latino. E’ stato un grande successo per tutti!

    On 25/11/2019
    By

    Read More »
  • ALLA SCOPERTA DI ONDINA VALLA CON GRINTASORRISO

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Primo appuntamento, lunedì 4 novembre, del percorso  di “Innamoramento dello sport” proposto da Fondazione Laureus e Grintasorriso: lo spettacolo su “Ondina Valla” al Centro Asteria di Milano, per le 7 prime classi di scuola secondaria dell’Istituto Pareto di Milano. Alunni e insegnanti hanno vissuto la mattinata con partecipazione e commozione. La rappresentazione è stata preceduta da un inquadramento storico da parte del professor Bienati dell’Università Statale di Milano e dall’intervento dei nostri referenti, Luigi e Giovanni, che hanno spiegato il perché dello spettacolo e il legame con Grintasorriso.

    La protagonista Trebisonda Valla, detta Ondina (1916-2006), pioniera dell’atletismo femminile italiano, è la prima a salire sul podio olimpionico: alle Olimpiadi di Berlino del 1936 vince la medaglia d’oro negli ottanta metri a ostacoli e stabilisce il record mondiale di 11’’6. L’oro olimpico conferisce a Ondina immensa popolarità, divenendo simbolo per le ragazze italiane, e simbolo per il regime, di “sana e robusta costituzione”.Ondina  racconta la propria vita sportiva prendendo spunto dalla corsa a ostacoli, ogni ostacolo rappresenta una prova che ha dovuto superare per poter arrivare alla medaglia. Atleta giovanissima, conquista l’oro a 20 anni, entrando a far parte a 13 anni della nazionale di atletica leggera, Ondina ha dovuto lottare contro i pregiudizi per diventare una campionessa, anche della stessa madre, rispetto alla sua giovane età e al fatto di essere donna. Ma con grinta e determinazione ha combattuto per poter raggiungere i propri obiettivi, senza dimenticare valori fondamentali come l’amicizia con la rivale Claudia Testoni.

    On 12/11/2019
    By

    Read More »
  • LAUREUS HOMERUN, FORZA RAGAZZE!

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Aggregazione, accoglienza, divertimento e riscatto. Sono questi i principali benefici di HOMERUN, progetto di Laureus realizzato in collaborazione con Milano Baseball 1946 nelle periferie di Giambellino e Quarto Oggiaro.

    40 ragazze selezionate dalla scuola potranno allenarsi a softball 2 volte a settimana con gli allenatori e un tutor, psicologo dello sport, in grado di garantire un intervento pedagogico nei confronti delle ragazze inserite e una consulenza psicologica nella gestione delle dinamiche relazionali in campo agli allenatori. Attraverso lo sport queste ragazze imparano il rispetto delle regole, la costanza dell’impegno, l’autostima e il lavorare in squadra.

    Il progetto HOMERUN, volto a valorizzare le grandi potenzialità delle ragazze anche nello sport, è stato realizzato grazie al Community Impact Fund finanziato da Nike. Forza ragazze!

    On 16/10/2019
    By

    Read More »
  • SPORT FOR GOOD ANCHE A TORINO

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Dopo Milano, Roma e Napoli Sport for Good arriva anche a Torino! Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere i minori provenienti da contesti di disagio in attività sportive al fine di prevenire i comportamenti devianti, ridurre l’abbandono scolastico, combattere la microcriminalità e aumentare la consapevolezza sui disturbi alimentari. Obiettivi ambiziosi, ma assolutamente necessari.

    A Torino sono stati coinvolti L’Istituto Radice, l’Istituto Galimberti e l’Istituto Murialdo che lavoreranno in collaborazione con la società sportiva ASD Valanga su attività di minitennis, minicalcio e minivolley per oltre 40 bambini della scuola primaria. Alle classiche figure degli allenatori e formatori Laureus affianca gli psicologi dello sport in grado di interpretare le complessità emotive dei bambini. Anche a Torino Fondazione Laureus si impegna per diffondere la cultura dello sport inteso non solo come attività ludica, ma anche nella sua eccezionale capacità educativa.

    Una nuova, bellissima sfida.

    On 16/10/2019
    By

    Read More »
  • BASKET FOR GOOD

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    I magici riflettori del basket internazionale puntano sulla periferia di Milano e sulle sue sorprendenti potenzialità. Dal 15 ottobre Laureus Italia e Olimpia Milano 1936, società simbolo della pallacanestro italiana, portano il progetto BASKET FOR GOOD alla Scuola Baroni, nel quartiere Gratosoglio, periferia sud di Milano, caratterizzata da problemi socio-economici e di integrazione.

    Il progetto sviluppato da Laureus si avvale del supporto di una psicologa dello sport in qualità di tutor che affianca i coach dell’Olimpia durante gli allenamenti. Ad accompagnare i ragazzi, in alcuni allenamenti, ci saranno tre padrini d’eccezione: l’ex campione dell’Olimpia Hugo Sconochini e i campioni Amedeo della Valle e Riccardo Moraschini. Obiettivo: educare i ragazzi al rispetto delle regole, alla comunicazione tra pari e con l’adulto di riferimento affinché possano acquisire competenze emotive, psicologiche e motorie. Lo sport è uno straordinario strumento di crescita, un portentoso momento di aggregazione e, spesso, un’opportunità che cambia la vita, in meglio.

    On 16/10/2019
    By

    Read More »
  • SPORT-RESILIENZA-GIUSTIZIA IN GIOCO!

    Il blog di Laureus articles Comments (0)

    Venerdì 18 ottobre, dalle ore 9.00, nell’Aula Pio XI dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano, ti aspettiamo per “SPORT-RESILIENZA-GIUSTIZIA in gioco!”, evento dedicato a Saamiya Omar, velocista somala morta a Lampedusa nel 2012 e organizzato da Fondazione Laureus Italia, Cattolica per lo Sport e BICE – Bureau International Catholique de l’Enfance (iscriviti cliccando qui).

    Un’occasione d’incontro e di scambio tra ricercatori, operatori e professionisti impegnati a sostenere i diritti dei bambini e degli adolescenti in situazioni di disagio sociale attraverso lo sport e il gioco libero. Due strumenti fondamentali di crescita e aggregazione. Spazi sicuri destinati allo svago, al divertimento e al riposo diventano punti d’incontro dove vengono trasmessi i valori dello stare insieme nel rispetto di regole di uguaglianza e giustizia, potenti strumenti di riscatto sociale e resilienza.

    Attraverso le esperienze concrete promosse in varie regioni del mondo, che hanno come denominatore comune lo sport, si potranno condividere conoscenze, metodi e prassi resilience-focused sviluppati in carcere, nei campi profughi, nelle periferie. Al fine di individuare altri strumenti utili per accompagnare più efficacemente questi minori in situazione di vulnerabilità. Nel Convegno, la cui iscrizione è gratuita, si approfondirà l’impatto reale a medio-lungo termine della convergenza auspicata tra l’approccio fondato sulla resilienza e quello fondato sul diritto.

    ISCRIVITI

     

    Il programma

    •    9:00 | Registrazione – Welcome coffee

    •    9:30 | Apertura dei lavori – Saluti istituzionali

    Mario Gatti – Direttore di Sede di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore

    Alessandro Antonietti – Preside Facoltà di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore

    Cristina Castelli – Direttore dell’Unità di Ricerca sulla Resilienza RiRes Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore

    Alessandra Aula – Segretaria Generale Bureau International Catholique de l’Enfance (BICE)

    Riccardo Bettiga – Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia

    Ettore Traini – Coordinatore della Commissione di Diritto dello sport ed Eventi sportivi, Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano

        10.00 | Interventi  
    Moderatore: Caterina Gozzoli  – Direttore dell’Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli (ASAG), Coordinatore scientifico di Cattolicaper lo Sport, Università Cattolica del Sacro Cuore
    –    Gabriele Della Morte – Professore associato di Diritto Internazionale, Università Cattolica del Sacro Cuore – “Il tempo liber(at)o: riflessioni sugli art.31 e 40 della convenzione ONU dei diritti dell’infanzia”
    –    Bruno Van der Maat – Professore Scuola di Post Grado, Università Cattolica Santa Maria di Arequipa, Perù – “Hacia una justicia juvenil restaurativa“
    –    Chantal Paisant – Rappresentante BICE presso UNESCO – “Être une fille, bien dans son corps et son âme”
    –    Irene Gallego – Psicologa – Fundación Amigó, Madrid – “Convivir: más allá de la justicia restaurativa”
    –    Ricardo Sanchez – Docente Blanquerna-Universitat Ramon Llull di Barcellona – “Jóvenes y deporte: la re-costrucción de lo social “
    –    Danilo De Biasio – Direttore Festival dei Diritti Umani “Palla prigioniera” introduzione al documentario – “Are you volleyball?!”

    •    12:00 | Prima sessione – Sport e resilienza a contrasto del disagio nelle periferie
    Moderatore: Daria Braga – Direttore Fondazione Laureus
        Giovanni Ghidini – Coordinatore Educativo Fondazione Laureus – “Sport: seminare futuro – l’approccio di Fondazione Laureus Italia”
    –    “Sport: seminare futuro – l’approccio di Fondazione Laureus Italia”
    –    Maurizio Mondoni – Docente del Corso di Laurea Scienze Motorie e dello Sport, Università Cattolica del Sacro Cuore e Formatore nazionale Minibasket – “Resilienza: l’importanza dello sport a scuola”
    –    Ian McKinley – Rugbista a 15 della Benetton Treviso e della nazionale italiana, ambassador Fondazione Laureus Italia

    Pausa

    •    14:00 | Seconda sessione – Sport, resilienza e giustizia a misura di minori
    Moderatore: Marie-Laure Joliveau – Incaricata di programma per la regione Africa BICE
    Con la partecipazione di: Roberta Guaineri – Assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita
    –    Diana Shirley Herreño Bustos – Coordinatrice del programma Enfance sans Barreaux – Religiosi Terziari Cappuccini, Colombia – “El deporte como instrumento pedagógico para desarrollar intervenciones que favorecen la resiliencia y la capacidad restaurativa de los adolescentes en conflicto con la ley”
    –    Don Gino Rigoldi – Cappellano Istituto penale minorile “Cesare Beccaria” di Milano – “Lo sport come strumento della giustizia riparativa. È possibile?”
    –    Eric Mahel Digbe – Coordinatore del programma Enfance sans Barreaux, Dignité et Droits pour les Enfants en Côte d’Ivoire – “Le sport comme facteur de bien-être et de réintégration des enfants en conflit avec la loi”
    –    Caterina Gozzoli – Direttore dell’Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli (ASAG), Coordinatore scientifico di Cattolicaper lo Sport, Università Cattolica del Sacro Cuore – “ Resilienza, giustizia e gioco: quali condizioni?”

    •    15.30 | Terza Sessione – Sport e resilienza in contesti d’emergenza
    Moderatore: Francesca Giordano – RiRes-Unità di ricerca sulla resilienza Dipartimento di psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore
    –    Niccolò Castelli – Videomaker Freelance – Presentazione del cortometraggio “Skateistan, Art Skate & School in Kabul”
    –    Fadi Albitar, Verónica Hurtubia – Francesco Realmonte onlus – “Siria, Rimarginare ferite di guerra”
    –    Silvio Guareschi – Inter Campus – “Aree della personalità e resilienza: come lo sport può aiutare il processo di crescita dei bambini”
    –    Alessandra Cipolla – RiRes, Lara Tagliabue – Slums Dunk Onlus – “Promuovere resilienza e Life Skills attraverso il basket in minori che vivono nello slum di Mathare-Nairobi”
    –    Reem Bazzal, Angela Matulli – Fratelli Project- Libano – “Sport in contesti di migrazione forzata”

    •    17:00 | Sintesi dei lavori
    –  Diego Muñoz – Direttore unità ricerca e sviluppo, BICE

    Comitato organizzativo: Alessandra Aula, Daria Braga, Cristina Castelli, Caterina Gozzoli

     

    È prevista la traduzione simultanea.

    Iscrizione obbligatoria gratuita fino ad esaurimento posti.

    Sarà possibile sostenere il progetto “Sport e resilienza” sostegno dei bambini siriani di Homs curato dall’Associazione Francesco Realmonte.

    Contatti:

    resilienzaesport@gmail.com

    cattolicaperlosport@unicatt.it

    comunicazione@laureus.it

    In collaborazione con:

    On 07/10/2019
    By

    Read More »